Azienda


La Famiglia Scottà è a conduzione famigliare e da sempre ha avuto la passione per la coltivazione della vite e per la produzione del Prosecco.

Già dagli ’60 ha iniziato a concretizzare sempre di più l’attività vitivinicola con l’acquisizione di terreni collinari nel comune di Tarzo e di Cison.

Con il passare degli anni la lavorazione delle uve si è affinata sempre più portando a costruire, presso la propria distesa, la nuova cantina di recente ristrutturazione con le tecnologie più avanzate dal punto di vista enologico e per la salvaguardia dell’ambiente pur mantenendo la tradizionale produzione del vino delle nostre zone.

Già dal 1436 vi sono documentazioni che in questi terreni vi erano vigne, a dimostrazione dell’eccellente posizione sempre in esposizione al sole e l’ottimo terreno in leggero pendio a ridosso delle colline. La tenuta della famiglia Scottà è collocata nella zona collinare a naturale vocazione vitivinicola che fa parte della zona eletta per la produzione del prosecco nelle zone fra Valdobbiadene e Conegliano.

E’ un azienda che da sempre ha sviluppato una filosofia di produzione che si lega a doppio filo con il rispetto della natura e del prodotto finale. In questa azienda la concimazione è naturale, non vengono usati diserbanti e dissecanti. La movimentazione della terra, prodotti fitosanitari sotto stretto controllo e solo se necessari. La vendemmia è effettuata manualmente, creando meno traumi ai grappoli d’uva. Quest’ultimo viene pressato, non macinato, per trarne un nettare prezioso sapientemente lavorato e di insuperabile qualità.
Il vino della famiglia Scottà giunge quindi sul mercato ricco di cura, con profumi e sapori che ricordano la terra che amorevolmente li ha generati.



Siamo puristi del Prosecco e possiamo vantare anni di tradizione nel nome del buon vino.

Un tempo, in era primordiale coperti da ghiacciai a oltre 300m di altezza sul livello del mare a pochi km da Cortina e con Venezia all’orizzonte, si trovano i nostri vigneti.

L’orgoglio della nostra terra ci insegna quel che ci da e quel che ci chiede. Abbiamo rispetto e umiltà e senza di questo non vi può essere l’amore per essa.
La vendemmia e la potatura esclusivamente a mano con cura e amore non sono lasciate al caso:

il dovere di continuare una tradizione, una passione.

 

logo